SABAUDIA: Capriglione (Obiettivo in Comune) produzione agricola e sviluppo rurale

Fonte Uppress.it

Sabaudia 3 Maggio 2017 –  in una nota giunta alla nostra redazione il Candidato Sindaco Pasqualino Capriglione di “Obiettivo in Comune” a Sabaudia per le prossime Amministrative 2017 ci illustra uno dei punti cardine della sua  futura attivita’ politica.

“L’attività agricola, che oggi e’ molto di più della semplice coltivazione dei prodotti e dell’allevamento degli animali. Agli ambiti più tradizionali si sono aggiunte, nel tempo, nuove aree d’interesse che vanno dalla gestione del paesaggio, alla tutela dell’ambiente e del territorio, allo sviluppo delle iniziative di promozione del turismo rurale.

Nella realtà di Sabaudia il territorio rurale si presenta in modo via via più rilevante come uno spazio in cui si incontrano risorse che hanno un valore naturalistico, culturale e paesaggistico da promuovere, conservare e tutelare.

L’Obiettivo in Comune che ci poniamo per questo importante settore della realtà produttiva di Sabaudia è quello di favorire ogni iniziativa diretta alla valorizzazione dei prodotti locali, allo sviluppo delle attività agricole tradizionali con le attività integrate e complementari.

In tale contesto, ed in linea con le previsioni della vigente normativa regionale, nel programma della coalizione che sostiene la mia candidatura a Sindaco, sarà collocato, tra i punti più qualificanti, lo sviluppo:

  • del turismo rurale inteso in senso ampio, comprensivo quindi di “agriturismo” e “turismo rurale” in senso stretto, intervenendo negli atti regolamentari per consentire gli interventi finalizzati a tali attività (ricettività e turismo);

  • di attività connesse con la ristorazione e degustazione dei prodotti tipici derivanti dall’esercizio delle attività agricole;

  • di attività culturali, didattiche, sociali, ricreative e terapeutico-riabilitative;

  • della trasformazione e vendita diretta dei prodotti derivanti dall’esercizio delle attività agricole;

  • di centri di accoglienza ed assistenza degli animali.

Lo sviluppo dell’economia locale e delle produzioni agricole, come anche la conservazione dei sapori e saperi locali, saranno interpretati come tessere di un unico mosaico e non come parti a sé stanti, sconnesse una dall’altra.

La produzione agricola, unita al cibo ed alle altre componenti naturali che caratterizzano il territorio rurale del nostro Comune dovrà divenire il fulcro attorno a cui dovranno ruotare sistemi di economia locale, dove anche le connessioni non immediatamente percepibili – come le espressioni artistiche e culturali, ambientali – costituiranno un elemento essenziale della struttura.

Anche questo obiettivo sarà inquadrato e raggiunto all’interno di una strategia complessiva che contemporaneamente prenda in considerazione anche tutti gli altri elementi.”