SABAUDIA:MICHELA GROTTI (OBIETTIVO IN COMUNE) MERITOCRAZIA IN CAMPO CON I GIOVANI E PRENDERE ESEMPIO DALLO SPORT

Sabaudia 23 Maggio 2017 –

Imprenditrice

Michela Grotti, da pochi anni diventata cittadina di Sabaudia, è nata a Roma ed è un imprenditore agricolo. Nel suo curriculum vanta una laurea in lettere con indirizzo antropologico, monito ad un approfondimento e miglioramento della cultura scolastica, soprattutto liceale. Inoltre, sostenendo e seguendo con passione i propri figli, si è avvicinata con interesse anche al settore sportivo. Di recente ha deciso di entrare a far parte del gruppo Obiettivo in Comune e sostenere, senza perplessità,  un progetto fatto da cittadini lavoratori e poco politicanti,  semplicemente per la trasparenza, l’unione e la gran voglia di rendere la propria città un gioiello da esporre e di cui esserne fieri. Nel comunicato inviato alla nostra segreteria Michela Grotti si è palesemente mostrata interessata ad approfondire e rendere realizzabili i progetti culturali e sportivi che Lino Capriglione ha rivolto al settore giovanile.  “ritengo davvero una presa in giro che Sabaudia, conosciuta ovunque come città dello sport, non abbia nella propria istituzione scolastica una sezione dedicata al Liceo Sportivo, oggi molto richiesto dai giovani………e proprio a Sabaudia, dove lo sport primeggia su ogni  fronte, dalla canoa, al basket alla pallavolo,  non può mancare una scuola che possa unire una cultura liceale alla passione dei nostri giovani campioni”,  questo perché , come Sabaudiani riteniamo di essere  davvero rappresentativi in questo settore. “abbiamo grandi possibilità, molti talenti emergenti ma soprattutto strutture da rivalutare e inserire nel circuito sicurezza e regolamenti amministrativi,  affinché ci permettano di ospitare manifestazioni nazionali e riportare in casa la centralità di molti eventi. Michela Grotti oltre a dare evidenza allo  sport,  affinché sia meritevole ed educativo  e chiedendone i giusti riconoscimenti, intende valorizzare anche i numerosi programmi europei ai quali è doveroso far partecipare i nostri studenti che possano emergere in maniera meritocratica nella società : “è fondamentale fornire ai giovani i giusti appoggi di apprendimento permanente  come i programmi internazionali Erasmus Mundus, Alfa o similari, con lo scopo di potenziare e riconoscere qualità che siano, per loro, un trampolino di lancio nella nuova società globalizzata. I nostri ragazzi devono essere ripagati degli sforzi eseguiti durante lo studio e dobbiamo  incentivarli ad andare avanti con le proprie forze e per le proprie capacità: solo così potremmo costruire una vera cittadinanza che funzioni e che sia colta, adulta e competente.