Un’agricoltura protagonista del territorio, la sfida di Laura Baselice (Amare Sabaudia)

Laura Baselice è un’imprenditrice agricola, lavora da sempre nell’azienda di famiglia, sorta nel 1960 e tra le prime a dedicarsi alla coltivazione intensiva degli ortaggi.
“Ho aderito al progetto politico di Lino Capriglione poiché ne ho potuto apprezzare le qualità umane e professionali. Conosco Lino sin dall’inizio della sua carriera professionale, svolta sempre con determinazione e competenza. È una persona trasparente, che non si nasconde ed affronta ogni questione a viso aperto e con grande forza di volontà. Credo siano caratteristiche importanti e decisive per la guida di una città”
Laura Baselice affronta le tematiche legate alla sua sfera professionale e lo fa rimarcando alcuni passaggi del programma elettorale.
“C’è un grande spazio dato all’agricoltura nel programma che abbiamo condiviso. Idee chiare, fattibili, senza promesse faraoniche! Non vogliamo sbandierare progetti che poi, alla resa dei fatti, saranno irrealizzabili, ma vogliamo concretamente aiutare il comparto agricolo, prima di tutto raccogliendo le istanze che da esso provengono per trovare insieme le giuste innovazioni ed agevolazioni che permetteranno all’agricoltura del nostro territorio di essere protagonista nel futuro. I nostri prodotti si sono faticosamente guadagnati un importante spazio sui mercati nazionali ed internazionali, ma per imporsi definitivamente abbiamo bisogno di riconoscibilità. Per questo è necessario istituire un marchio di provenienza che attesti la qualità dei prodotti ortofrutticoli del nostro territorio.”
Il settore agricolo, come anche altri, è un settore che ha dovuto fare i conti con la crisi economica degli ultimi anni e con una fiscalità a volte schiacciante. Laura Baselice ne conosce bene le difficoltà, si è confrontata con Lino Capriglione ed hanno condiviso la necessità di favorire, per quanto possibile, la riduzione della fiscalità, attraverso un attento controllo della sostenibilità dei costi.
“Le nostre aziende agricole devono riconquistare competitività e noi ci impegneremo ad aiutarle con l’aiuto di professionalità adeguate per affrontare la complessità del mercato globale e delle normative che regolano il settore. Gli agricoltori del nostro territorio hanno grandissime capacità, conoscono bene questa terra e le sue potenzialità. Se riusciremo ad affiancare all’esperienza una maggiore presenza ed utilizzo delle innovazioni tecniche, daremo all’intero comparto la possibilità di una vera ripresa economica”.